BUT incontra... Emelie Forsberg!

La grande corsa sulle Alpi Lepontine si è presentata al pubblico torinese
21 giugno 2017
BUT su Rai Regione
28 giugno 2017

BUT incontra... Emelie Forsberg!

Proseguono i racconti delle super atlete del trail. Oggi è il giorno di Emelie Forsberg, d’inverno scialpinista e d’estate trail runner.

Una potenza della natura.

Sempre sorridente, allegra, questa atleta svedese, 31 anni il prossimo 11 dicembre, ha già vinto tutto. Amante devota della montagna, dopo un periodo di riposo in Svezia è tornata a Chamonix e si sta allenando con gli altri compagni del team Salomon.

La corsa è per lei la libertà, la felicità e la gioia di vivere e dopo un lungo inverno di gare di sci alpinismo, è tornata a correre perché anche per l’estate ha un programma denso di nuovi appuntamenti.
E’ faticoso, riposarsi dopo la stagione invernale e poi rientrare di nuovo in forma!” Sue testuali parole!

Anche lei rappresenta un esempio positivo di donna che ha potuto realizzare appieno le proprie aspirazioni. Le abbiamo chiesto come vive la sua passione per la corsa e che cosa le piace di più di questo suo impegno costante. Emelie ha risposto: “Mi piace vivere degli sport che amo. Correre in estate e sciare in inverno. E’ qualcosa di molto speciale vivere grazie ai propri hobby, anche se a volte è difficile trovare l’equilibrio tra ciò che devo fare e quello che vorrei fare, ma alla fine ne vale la pena e mi sento molto fortunata”.

E poi ha proseguito: “Mi alleno due volte al giorno, la mattina e il pomeriggio, in mezzo lavoro al computer”.

Prima di salutarti, un’ultima domanda.
A metà luglio la BUT vuole portare con sé un messaggio #empoweringwomen, perché riteniamo necessario lavorare ancora molto sulla società per il raggiungimento di una reale equità di genere tu che cosa ne pensi? sia sulle questioni di genere, sia sul fatto che un tema così importante inizi a essere presente in certi ambienti, considerati dai più ancora molto maschili…
“Penso che finché gli uomini sono la misura e il punto di riferimento, le donne verranno sempre come seconde. Fintanto che i brand continueranno a favorire gli uomini, sarà sempre difficile per noi donne essere trattate nello stesso modo. Nel mondo del trail running credo però che la situazione sia diversa, i brand sportivi stanno seguendo bene le donne, ma certamente dobbiamo lavorare ancora avvicinarci sempre più all’uguaglianza.”
Una vita piena di passione per gli sport e la natura che ama e di gioia di vivere.